ALCOL: OGNI ANNO NELLA UE SE NE CONSUMA PER 130 MILIARDI DI EURO

eurostatLa spesa annuale delle famiglie europee per le bevande alcoliche è approssimativamente equivalente alla loro spesa per prodotti, apparecchi e attrezzature mediche, e leggermente superiore a quella che hanno speso per la protezione sociale o l’istruzione nel 2016. Ma con grandi differenze, si passa dal 5,6% della spesa familiare in Estonia allo 0,8% della Spagna e allo 0,9% dell’Italia. (dati Eurostat).

Nel 2016, le famiglie nell’Unione europea hanno speso l’1,6% della loro spesa totale per consumo di bevande alcoliche.

In totale quasi 130 miliardi di euro, pari allo 0,9% del Pil dell’Ue, superiore a 250 euro per abitante. Va notato che questo non include le bevande alcoliche pagate nei ristoranti e negli hotel.

La spesa annuale delle famiglie per le bevande alcoliche è approssimativamente equivalente alla loro spesa per prodotti, apparecchi e attrezzature mediche, e leggermente superiore a quella che hanno speso per la protezione sociale o l’istruzione nel 2016.

Nel 2016, negli Stati membri dell’Ue per i quali sono disponibili dati e le famiglie nei tre Stati baltici hanno destinato la maggior parte della loro spesa totale alle bevande alcoliche: Estonia (5,6%), Lettonia (4,8%) e Lituania (4,2%).

Sono seguiti dalla Repubblica Ceca e dalla Polonia (entrambi 3,6%), Ungheria e Finlandia (entrambi 2,9%).

All’estremo opposto della scala, le percentuali più basse della spesa delle famiglie per le bevande alcoliche sono state registrate in Spagna (0,8%) e in Italia (0,9%), precedendo l’Austria (1,3%), il Portogallo (1,4%) e la Germania (1,5% ).
Tra il 2006 e il 2016, la quota delle bevande alcoliche nella spesa totale delle famiglie è rimasta approssimativamente stabile nella grande maggioranza degli Stati membri.

I maggiori aumenti su questo periodo di 10 anni sono stati registrati a Cipro (dall’1,6% della spesa totale delle famiglie nel 2006 al 2,0% nel 2016, un aumento di 0,4 punti percentuali) e nella Repubblica ceca (anche + 0,4%, da 3,2% al 3,6%).

Al contrario, la quota delle bevande alcoliche nella spesa totale delle famiglie è diminuita significativamente tra il 2006 e il 2016 in Lituania (dal 5,2% nel 2006 al 4,2% nel 2016, una diminuzione di 1,0%),  (tutte -0,5%).

allegato9436933

 

allegato4952348

Questa voce è stata pubblicata in ALCOLISMO. Contrassegna il permalink.