PANDEMIA – EFFETTI STORICI E SOCIALI

È arrivata (quasi) all’improvviso, in un anonimo giorno di inverno, e si è diffusa ovunque. Ha fatto paura, ha provocato migliaia di vittime e ha letteralmente paralizzato e trasformato la quotidianità. Per durata, impatto e conseguenze socio-sanitarie. Cambierà tutto e lo ha già fatto, perché la pandemia Covid-19 in Europa (e non solo) si è imposta su tutti, con poche distinzioni e tante regole. Esattamente come hanno già fatto storicamente altri shock collettivi, come i conflitti, le crisi economiche e le altre epidemie. E anche se ogni Paese ha reagito diversamente, in base a sensibilità e a percezione del pericolo, il nuovo coronavirus ha modificato la consapevolezza del presente, del passato e, soprattutto, del futuro di tutti.
Proponiamo di seguito un’interessante riflessione a cura di Giovanna Pavesi pubblicata su Europea. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 15 letture

HIV, TB E COVID -19 IN SUB SAHARAN AFRICA

Sudafrica, rischio di morte per COVID-19 lievemente più alto nelle persone HIV+.
Un’analisi condotta nella provincia del Capo Occidentale, in Sudafrica, ha evidenziato che la coinfezione con HIV fa lievemente aumentare il rischio di morte per COVID-19 e circa l’8% delle morti per COVID-19 nella provincia sono imputabili all’HIV. L’aumento del rischio di morte è comunque modesto, e anche se il Sudafrica è un paese a forte prevalenza HIV, il numero di decessi resta poco elevato.
I risultati dell’indagine sono stati presentati dalla dott.ssa Mary-Ann Davies del locale dipartimento sanitario alla 23° Conferenza Internazionale sull’AIDS (AIDS 2020: Virtual), in corso questa settimana in modalità virtuale. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, HIV/AIDS | 19 letture

CORONAVIRUS e HIV: le raccomandazioni del Comitato tecnico sanitario per la lotta all’Aids

I dati scientifici attualmente disponibili non sono sufficienti per affermare che una persona con HIV (PLWHIV) abbia un maggiore rischio di contrarre l’infezione da nuovo coronavirus.
Non ci sono quindi indicazioni specifiche per le persone con HIV, se non quella di attenersi alle misure igienico sanitarie indicate dal Ministero della Salute e la raccomandazione di rimanere il più possibile in casa e uscire solo in caso di comprovata necessità. Ciò è ancora più importante per le persone con HIV immunodepresse (CD4<500). Riguardo i farmaci antiretrovirali assunti dalle persone con HIV si sottolinea che al momento non ci sono evidenze che questi offrano protezione contro il contagio da nuovo coronavirus. Queste le indicazioni del Comitato tecnico sanitario per la lotta all’Aids. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, HIV/AIDS, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 30 letture

SALE GIOCHI, SCOMMESSE E BINGO: L’ENIGMA DELLA LOMBARDIA

Lo scorso 16 ottobre, con l’ordinanza n. 620 la Regione Lombardia, relativamente alle sale giochi, sale scommesse e sale bingo, stabiliva:
Sono sospese le attività delle sale giochi, sale scommesse e sale bingo. È inoltre vietato l’uso delle “slot machine” negli esercizi pubblici, commerciali e di rivendita di monopoli. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, GIOCO D'AZZARDO | 66 letture

EMCDDA – Relazione europea sulle droghe 2020 – SEQUESTRI RECORD DI COCAINA

Dall’analisi dell’Osservatorio Emcdda di Lisbona: allarmanti i sequestri record di cocaina e di grandi quantità di eroina e l’aumento di produzione di droghe sintetiche.
L’elevata disponibilità di tutti i tipi di droghe, la produzione di droghe in Europa e le sostanze estremamente potenti sono tra le preoccupazioni affrontate dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Emcdda) nella sua Relazione europea sulla droga 2020: Tendenze e sviluppi. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, COCAINA, COVID-19, NUOVE SOSTANZE PSICOATTIVE, OPPIACEI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 48 letture

DIPENDENZA DA SOSTANZE PSICOATTIVE: CONDIZIONI PREDITTIVE, CORRELATI BIOLOGICI

Un crescente numero di evidenze consente oggi di identificare condizioni predittive rispetto ai disturbi da uso di sostanze, elementi che sono stati indicati nell’ambito di studi prospettici come più frequentemente presenti nei soggetti a rischio e che ricorrono assiduamente nella storia dei tossicodipendenti e degli alcolisti.
Tali condizioni non sempre si identificano con conclamati disturbi psichiatrici o ben delineate difficoltà psicologiche, ma, in diversi casi, con atteggiamenti comportamentali e di “confine” rispetto alle tipologie temperamentali e del carattere. Tra questi quadri predittivi per lo sviluppo del comportamento addittivo, si annoverano anche quelli più facilmente presenti in quella popolazione a rischio costituita dai figli dei tossicodipendenti. Continua a leggere

Pubblicato in PREVENZIONE, SOSTANZE PSICOATTIVE | 67 letture

GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE

L’Istituto Superiore di Sanità dichiara che quasi un italiano su dieci di età superiore ai 50 anni manifesta sintomi depressivi e solo poco più della metà (il 61%) ricorre all’aiuto di qualcuno. In vista della Giornata Mondiale della Salute Mentale del 10 ottobre, l’Istituto superiore di sanità evidenzia anche che 1 su 5 degli ultra65enni si dichiara poco o per niente soddisfatto della propria vita, percentuale che si triplica tra coloro che percepiscono come cattivo il proprio stato di salute (75%) o che hanno problemi di disabilità (il 59%). Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, PREVENZIONE | 90 letture

CANNABIS TERAPEUTICA – DENUNCIA DELL’ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI AL MINISTRO DELLA SALUTE

Il 23 settembre una nota della Direzione Generale dei Dispositivi Medici e del Servizio Farmaceutico del Ministero della Salute avrebbe “limitato drasticamente” le possibilità di preparazioni a base di cannabis terapeutica in farmacia. Questa la denuncia lanciata dall’Associazione Luca Coscioni.
L’Associazione, in una lettera indirizzata al ministro della Salute Roberto Speranza, promossa insieme al Forum Droghe e Società della Ragione, e sostenuta da decine di associazioni, ha spiegato come “quelli che nell’oggetto vengono definiti ‘chiarimenti’ nel testo della nota diventano una complessiva messa in discussione dell’attuale sistema di prescrizione, realizzazione e distribuzione che con tanta fatica il nostro paese aveva costruito fra mille difficoltà. Un apparente passo indietro che mette a rischio la stessa continuità terapeutica”. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 88 letture

COVID-19 E VACCINI

Secondo alcuni ricercatori della University of Southern California e della Johns Hopkins, per limitare il contagio da virus “i vaccini dovrebbero essere dati ai più grandi diffusori del virus, in maggioranza i giovani, e solo dopo ai più vulnerabili”.
Una posizione diametralmente apposta da chi sostiene che i primi ad essere vaccinati devono essere gli anziani, le persone più deboli e a rischio Covid, dal momento che la percentuale di morti di alta si è abbattuta proprio su questa fascia di età.
Secondo questi esperti il modo migliore di limitare la diffusione del virus, e proteggere così i più vulnerabili, è proprio immunizzare i più giovani, vale a dire dunque i ragazzi delle scuole.

Pubblicato in COVID-19, GIOVANI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 142 letture

IL CANNABIDIOLO RIDUCE LE CRISI EPILETTICHE

Presentati oggi, in apertura del 43° Congresso delle Lega Italiana Contro l’Epilessia, i risultati relativi agli effetti del Cannabidiolo nell’ambito dell’uso compassionevole autorizzato da Aifa: dati raccolti dal Gruppo di Studio Cannabis terapeutica Lice.
Il Cannabidiolo nei pazienti affetti da Sindrome di Dravet o di Lennox-Gastaut riduce sensibilmente la frequenza delle crisi ed è ben tollerato.
Il cannabidiolo puro, uno dei tanti componenti della cannabis, riduce la frequenza delle crisi epilettiche fino al 54% nei pazienti affetti da Sindrome di Dravet o di Lennox-Gastaut con epilessia farmaco-resistente, ed il suo effetto è riscontrabile anche nel lungo periodo. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE | 123 letture