POCHI DATI SULLE CONSEGUENZE SANITARIE

SOLE 24 ORE sanitàL’Agenzia Regionale di Sanità (ARS) della Toscana ha realizzato un report che descrive i mutamenti del fenomeno delle dipendenze nella nostra Regione.
Il documento descrive uno scenario più ampio di quello finora documentato dalle indagini Edit e Espad e dai dati provenienti dai Sert, dagli enti ausiliari e dalle altre amministrazioni locali. Continua a leggere

Pubblicato in SANITA', SOCIALE | 11 letture

IL LEGAME FRA ALCOL E TUMORI

CANCERPer la prima volta alcuni scienziati hanno realizzato un modello che potrebbe spiegare come l’alcol stimola la crescita dei tumori.
Lo studio sostiene che l’alcol alimenta la produzione di un fattore di crescita che stimola lo sviluppo dei vasi sanguigni nei tumori, e che l’etanolo può aumentare la dimensione del cancro e i livelli del fattore angiogenico VEGF (fattore di crescita vascolare endoteliale) in un modello sperimentale. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOLISMO, SANITA' | 16 letture

LA SINDROME ALCOLICA FETALE

fasLa sindrome alcolica fetale (FAS) è una condizione che deriva dalla esposizione all’alcol durante la gravidanza. I problemi che possono essere causati da sindrome alcolica fetale comprendono deformità fisiche, ritardo mentale, disturbi dell’apprendimento, difficoltà di visione e problemi comportamentali. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOLISMO | 21 letture

I FORTI BEVITORI DI ALCOL SOTTOVALUTANO LA PERDITA DELLE LORO CAPACITÀ COGNITIVE

Research Society on AlcoholismPresentato al 37° congresso scientifico annuale della Società di ricerca sull’alcolismo – Research Society on Alcoholism, RSA, tenutosi in giugno a Bellevue, Washington, un interessante studio. Dai risultati della ricerca sulla compromissione percepita dovuta all’alcol tra i forti bevitori, l’alcol comprometteva le capacità cognitive in modo simile tra i vari gruppi (rispetto a leggeri bevitori o light drinkers), ma comprometteva meno le capacità motorie nei forti bevitori nel corso del tempo, indicando lo sviluppo di tolleranza comportamentale acuta. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOLISMO | 55 letture

FAMIGLIA DEL DISAGIO FAMIGLIA DELLA SPERANZA

ceis geLa famiglia viene frequentemente descritta come una istituzione sempre più debole, in crisi; di ostacolo, piuttosto che di sostegno, all’emancipazione individuale dei giovani. Fino a che punto è vero tutto questo?
In presenza di una sofferenza personale o una dipendenza patologica questa domanda assume anche una forte rilevanza terapeutica. Forse è vero che la famiglia è entrambe le cose: sia un potente strumento di crescita sia la possibile causa di un disagio personale. La Fondazione Centro di Solidarietà Bianca Costa Bozzo Onlus organizza un convegno su questi temi che si terrà a Genova il prossimo 10 ottobre.

Per info: fondazione@pec.ceisge.org  www.ceisge.org

Pubblicato in SOCIALE | 61 letture

ANALISI DEL CAPELLO NEI BAMBINI E USO DI SOSTANZE NEI GENITORI

ADDICTIONSi segnala sul sito del DPA la recensione di un articolo che discute come l’analisi dei capelli possa rappresentare un metodo per esaminare l’esposizione dei bambini alle sostanze. I risultati della ricerca, basata su un campione di 149 bambini, appaiono chiari nell’indicare l’utilità del metodo per determinare l’uso di sostanze Continua a leggere

Pubblicato in SANITA', TOSSICODIPENDENZE E TRATTAMENTO | 81 letture

INCIDENTI ALCOL-CORRELATI: LE STIME IN EUROPA

ARSOgni anno in Europa muoiono oltre 10mila persone in incidenti stradali alcol-correlati: si tratta di oltre un terzo dei 28mila morti totali registrati nei 27 paesi UE nel 2012.
È questo il dato più preoccupante emerso durante il primo evento italiano del progetto SMART (Sober Mobility Across Road Transport), organizzato dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza stradale e dall’European Transport Safety Council (ETSC).
Il convegno, dal titolo “La guida in stato di ebbrezza in Italia: verso la tolleranza zero” si è svolto a Roma lo scorso 3 aprile e vi hanno partecipato rappresentanti dell’Unione europea, politici e stakeholders che hanno discusso le misure più efficaci, dal punto di vista socio-politico, per ridurre sulle strade il numero dei decessi provocati dall’alcol. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOLISMO | 220 letture

ALCOL: LA “SOFT THERAPY” NUOVA FRONTIERA PER CURARE LA DIPENDENZA

AGISono circa 8 milioni gli italiani che hanno consumi di alcol a rischio e si stimano in circa 1 milione le persone alcoldipendenti, nelle quali l’uso di alcol compromette la salute fisica e psichica, con elevati costi sanitari e sociali. Solo una minoranza riceve un trattamento. La maggior parte, invece, non cerca l’aiuto dei Servizi sanitari, rimanendo sommersa e quindi non trattata. In questa situazione, si affaccia la Soft Therapy, un nuovo approccio che punta a affrontare il problema con una riduzione graduale del consumo grazie all’associazione tra terapia psicosociale e Nalmefene, un nuovo farmaco da qualche mese disponibile in Italia. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOLISMO | 245 letture

GIOCO D’AZZARDO – LA REGIONE UMBRIA ADOTTA UN DISEGNO DI LEGGE AD HOC

QSLa legge prevede la promozione di programmi e progetti di prevenzione, la creazione di gruppi di auto-aiuto, la formazione degli operatori compresi quelli presenti nelle sale da gioco, l’attivazione di un numero verde regionale per l’assistenza di primo livello, l’adozione di un marchio regionale “No Slot”. Continua a leggere

Pubblicato in GIOCO D'AZZARDO | 195 letture

CANCRO AL SENO E ALCOL – BERE DURANTE L’ADOLESCENZA AUMENTA UL RISCHIO

Journal of National Cancer InstitutePiù alcol si consuma durante l’adolescenza, più alto è il rischio di sviluppare il cancro al seno nella vita. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato sul Journal of National Cancer Institute dai ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis (Usa) secondo cui, in particolare, con un drink al giorno il rischio aumenta del 13%. Continua a leggere

Pubblicato in ALCOLISMO | 223 letture