PUBBLICITA’ E MARKETING DEL GIOCO D’AZZARDO

Negli ultimi anni c’è stata una grande quantità di speculazioni sul ruolo della pubblicità come possibile stimolo all’aumento del gioco d’azzardo e come contributo al gioco d’azzardo problematico (incluso il gioco d’azzardo minorile). Vari gruppi di lobby (ad esempio, coalizioni anti-gioco d’azzardo, gruppi religiosi, ecc.) rivendicano che la pubblicità ha avuto un ruolo nella diffusa accettazione culturale del gioco d’azzardo. Questi gruppi sostengono anche che la pubblicità nei casinò tende a utilizzare immagini glamour e belle persone per vendere il gioco d’azzardo, mentre altre pubblicità per biglietti della lotteria e slot machine raffigurano persone comuni che vincono un sacco di soldi o milioni da una singola moneta nello slot.

In tutto il mondo, vari gruppi di lobbisti affermano che gli annunci pubblicitari utilizzati dall’industria del gioco d’azzardo spesso rasentano false dichiarazioni e distorsioni. Ci sono ulteriori affermazioni che le pubblicità sono seducenti, attraenti per l’avidità della gente e la disperazione per il denaro. Esempi reali includono: ‘Vincere è facile‘, ‘Vincere un camion carico di denaro‘, ‘Vinci un milione, meno numeri scegli, più facile è vincere‘, ‘È facile vincere‘ e ‘$ 600.000 giveaway semplicemente inserendo carta nella macchina da poker ‘.
I gruppi di lobby affermano inoltre che tra le migliaia di parole e immagini di incoraggiamento, raramente c’è qualcosa sulle probabilità di vincere – per non parlare delle probabilità di perdere.
È stato anche affermato che molti annunci di giochi d’azzardo presentano slogan ricchi di contenuti che a volte denigrano i valori del duro lavoro, dell’iniziativa, della responsabilità, della perseveranza, dell’ottimismo, dell’investimento per il futuro e persino dell’istruzione.

Coloro che promuovono prodotti per il gioco d’azzardo generalmente rispondono in diversi modi. Gli argomenti più popolari utilizzati per difendere tale marketing e pubblicità sono:
– l’industria del gioco è impegnata nella vendita di fantasie e sogni;
– i consumatori sanno che le affermazioni sono eccessive;
– vengono fatte grandi dichiarazioni per catturare le persone attenzione;
– la gente non crede veramente a questi annunci pubblicitari
– la pubblicità aziendale non è lì per enfatizzare gli aspetti “negativi” dei prodotti.

Affermazioni come “vincere è facile” sono molto probabilmente (in senso giuridico) considerate “gonfie”. Il puffery implica fare affermazioni esagerate di opinione (non fatto) per attirare l’attenzione. Diverse giurisdizioni ritengono che non sia fuorviante o ingannevole intraprendere il puffery. Se una dichiarazione è puffery dipenderà dalle circostanze. È meno probabile che un reclamo sia gonfio se la sua accuratezza può essere valutata. L’uso di un’affermazione come “vincere è facile” è probabilmente da considerare “gonfio” perché è soggettivo e non può essere valutato per la precisione. Tuttavia, una dichiarazione come “cinque possibilità di vincere un milione” potrebbe non essere puffery in quanto probabilmente misurabile.

La maggior parte di coloro che lavorano nel campo del gioco d’azzardo responsabile concorda sul fatto che tutte le agenzie governative competenti per il gioco d’azzardo dovrebbero vietare strategie pubblicitarie aggressive, specialmente quelle che colpiscono persone in individui poveri o giovani. Vale anche la pena sottolineare che ci sono molti esempi di buone pratiche.
Il marketing responsabile e la pubblicità devono riflettere sul contenuto e il tono della pubblicità sul gioco d’azzardo, compreso l’uso di minori nelle pubblicità e l’inclusione di informazioni sul gioco. Deve esserci un forte impegno per un comportamento socialmente responsabile che si applica a tutti i settori di prodotto, comprese le aree sensibili come il gioco d’azzardo.
La pubblicità socialmente responsabile dovrebbe costituire uno degli elementi di protezione offerti ai clienti ordinari e rispecchiarsi nei codici di condotta. I bambini e gli scommettitori problematici meritano una protezione aggiuntiva dall’esposizione ai prodotti e ai locali di gioco e alla loro pubblicità. Molti codici che regolano il gioco d’azzardo marketing e pubblicità in tutto il mondo ora includono in genere disposizioni speciali sulla protezione di tali gruppi.

La pubblicità sul gioco d’azzardo svolge anche un ruolo importante nel “gioco d’azzardo” della normalizzazione. Le analisi dei contenuti delle pubblicità sul gioco d’azzardo hanno riportato che il gioco d’azzardo è descritto come una forma di divertimento normale e divertente che coinvolge divertimento ed eccitazione. Inoltre, sono spesso incentrati su amici e eventi sociali. La probabilità di un grande guadagno finanziario è spesso il tema centrale, con il gioco d’azzardo considerato anche come un modo per sfuggire alle pressioni quotidiane (la pubblicità di una società di gioco ha persino la fasulla “Scommetti da dimenticare”). La ricerca ha scoperto che esiste una grande consapevolezza del pubblico riguardo alla pubblicità sul gioco d’azzardo e che i giocatori problematici spesso menzionano la pubblicità come fattore scatenante del gioco d’azzardo.

Come sostenuto da vari organismi di regolamentazione della pubblicità nazionali e internazionali, la pubblicità socialmente responsabile dovrebbe costituire uno degli elementi di protezione offerti ai clienti ordinari e rispecchiarsi nei codici di condotta.
La pubblicità sul gioco d’azzardo dovrebbe concentrarsi sull’acquisto di intrattenimento piuttosto che sulla possibilità di vincere denaro. I problemi del gioco d’azzardo si verificano spesso quando la ragione principale per cui un individuo gioca a giocare è vincere denaro.

Molti paesi hanno codici severi per gli annunci di giochi d’azzardo e buoni codici (come quelli nel Regno Unito) raccomandano che le pubblicità sui giochi a distanza non debbano:
– sfruttare credenze culturali o tradizioni sul gioco d’azzardo o la fortuna,
– condonare o incoraggiare criminali o anti-sociali comportamento,
– condoni o giochi d’azzardo in un ambiente di lavoro (ad eccezione dei locali di gioco licenziati),
– sfruttare le suscettibilità, le aspirazioni, la credulità,
– l’inesperienza o la mancanza di conoscenza dei minori o di altre persone vulnerabili,
– è probabile che sia di particolare interesse per i minori di 18 anni, in particolare riflettendo o associandosi alla cultura giovanile,
– presentino qualcuno che è, o sembra essere, sotto i 25 anni di gioco d’azzardo o che svolge un ruolo significativo.

Abbastanza chiaramente è appropriato e necessario per l’industria del gioco pubblicizzare, commercializzare e promuovere le sue strutture e prodotti. Tuttavia, ritengo che tutta la pubblicità e il marketing debbano essere effettuati in modo socialmente responsabile, in quanto è utile per attività ripetute a lungo termine.

Questa voce è stata pubblicata in GIOCO D'AZZARDO, SOCIALE. Contrassegna il permalink.